ROOM #09

"C’è da dire che oggi in Francia, ed è un po' la stessa cosa in altri paesi, si sente spesso dire che il femminismo è obsoleto, che il femminismo è fuori moda. Ma io non ci credo affatto. Voi conoscete le mie idee sulla condizione delle donne, e che per le donne quello che bisogna raggiungere è una emancipazione totale, radicale, che renda loro veramente pari agli uomini, in tutto. E questa emancipazione si può ottenere soltanto attraverso il lavoro. È necessario che le donne lavorino, in maniera universale, e che sia per loro normale come per gli uomini, affinché dal punto di vista intellettuale, psicologico e morale esse possano davvero sentirsi, profondamente e internamente, uguali agli uomini. Così che possano avere delle responsabilità economiche, politiche, sociali che siano equivalenti"

Simone de Beauvoir Simone de Beauvoir è stata una scrittrice francese celebre per le sue posizioni femministe e per la scrittura del famoso saggio “Il secondo sesso”. Simone de Beauvoir è considerata la madre del movimento femminista, nato in seguito alle contestazioni studentesche del maggio 1968 e i seguenti anni Settanta la videro attiva su diversi fronti. Tra i vari, nel 1971 scrisse “Il Manifesto delle 343 puttane” firmato da 343 donne fra intellettuali, attrici, e donne comuni che si autodenunciavano per aver fatto ricorso all’aborto (che ai tempi era ancora vietato per legge).

Per l'intervista integrale qui

Discover: Margherita Ragno

Find the Explicit Change

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *